In ordine cronologico

Lento come una lumaca mangio solo lumache

Un percorso gastronomico piuttosto particolare

Lumacando lumacando, ovvero mangiare con lentezza. Mangiare lumache, ovviamente. È il progetto messo in scena ogni fine settimana di marzo dal laboratorio gastronomico dell'Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense. Un menu particolare dedicato interamente alle lumache, cucinate in tutti i modi possibili e immaginabili, e qualcuno anche inimmaginabile, nel contesto di una tavola quieta, accogliente e soprattutto senza fretta. Un'esperienza da autentici amatori ad un prezzo d'eccezione.

Con Cappuccetto Rosso sulla strada delle fiabe

Le celebrazioni per il quarantennale della Deutsche Maerchenstrasse

Talvolta le fiabe diventano realtà. Succede quando percorri la strada tedesca delle fiabe seguendo le tracce dei celebri fratelli Grimm. Un viaggio con gli occhi di un bambino lungo seicento fantastici chilometri che partono da Hanau, vicino a Francoforte, il paese natale dei fratelli Grimm, e arrivano fino alla patria dei musicanti di Brema. Festival, spettacoli, sorprese e personaggi fantastici. Un viaggio nella fantasia e nelle storie più famose di sempre.

Dentro al mistero dei fratelli Pollock

Un anno intero dedicato a Jackson e Charles

Si tratta di un progetto originale e molto articolato della Fondazione Guggenheim di Venezia che ha deciso di rendere omaggio ai talentuosi fratelli Pollock. La prima esposizione si incentra su uno dei dipinti più famosi e rivoluzionari di Jackson: Alchimia, del 1947. Un allestimento multimediale rende per la prima volta visibile tutto il complesso processo di esecuzione dell'opera dell'artista.

Negli oceani del mondo soffocati dalla plastica

Allarme rosso per le acque del pianeta

Una ricerca condotta dagli studiosi dell'università americana di Athens in Georgia, guidati dalla celebre biologa Jenna Jambeck, ha portato a risultati sconvolgenti. I 192 Paesi del mondo che si affacciano sul mare hanno prodotto in un solo anno 275 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica. Una cifra destinata ad aumentare dieci volte nel prossimo decennio. Un inquinamento pesantissimo che ha già colpito pesci e molluschi e rischia di ripercuotersi anche sulla catena alimentare. Il Paese che inquina di più è la Cina.

Dimenticare Dublino

Ha solo venticinque anni. Ma è già vecchia, tremendamente vecchia. Cambiamola subito. Perché fa solo danni. È la convenzione di Dublino, o almeno è chiamata così. È quella che determina lo Stato europeo competente a esaminare le domande di asilo dei migranti, partendo dal principio che tale compito spetta a chi permette l'ingresso dei profughi nel territorio dell'Unione Europea. Quello dell'Italia è il caso più eclatante.

I più grandi collezionisti di arte antica a Modena

Per la prestigiosa rassegna Modenantiquaria

La più longeva (ventinove anni) e la più visitata fiera di alto antiquariato in Italia, che è in corso a Modena in questi giorni, presenta numerosi capolavori di altissimo valore. E si conferma ancora una volta tra le più qualificate espressioni del mercato dell'arte antica in Europa. Vi si possono ammirare oggetti di splendida fattura: statue, dipinti, mobili, ceramiche, tappeti, oreficerie. Una panoplia di meraviglie e tante storie da raccontare e da scoprire.

Né dio né stato né legge e vive meglio di me

Intorno alle smanie per la moderna villeggiatura

Sto per preparare il bagaglio per una prossima vacanza e mi accorgo che non potrò fare a meno di pc portatile, wi-fi mobile, fotocamera digitale, videocamera, cavalletto da viaggio, smartphone, auricolare, telefono di scorta, auricolare di scorta, lettore mp3, cuffie piccole, cuffie grandi (si sente meglio). Con i relativi caricabatterie la borsa è quasi piena. Sensazione di disagio.

Wim Wenders fotografo nei cieli d'America

A Varese una mostra dedicata al grande regista

Nello scenario incantato di Villa Panza, un luogo che Wenders definisce «il cuore della cultura europea» ma anche «l'unione tra l'Europa e l'America», sono esposte trentaquattro fotografie scattate fra gli anni Settanta e gli anni Duemila, che Wenders ha dedicato all'America e ai suoi amici Dennis Hopper e Edward Hopper. Ne vien fuori una sua personale e originalissima rilettura degli States.

Je suis Calderolì

Tutti no, ma molti sì. Moltissimi anzi. Molti hanno detto, scritto e gridato «Je suis Charlie» dopo la strage di Parigi nella redazione di Charlie Hebdo. Molti, anzi moltissimi, hanno difeso in tutto il mondo la libertà di satira contro ogni tentativo di censura. Nove anni fa accadeva il contrario: un uomo che aveva mostrato una maglietta con una vignetta satirica su Maometto veniva insultato, cacciato e messo all'indice.

Nella magia della Crypta tra le viscere di Roma

Un tuffo affascinante nel passato

La misteriosa Crypta Baldi è un luogo unico al mondo e contemporaneamente uno dei meno conosciuti di Roma. Si tratta di un complesso di origine medievale situato tra via Caetani e via delle Botteghe Oscure, pienamente recuperato da uno dei più riusciti progetti di archeologia urbana. L'associazione culturale Eos guidata da Roberta Bernabei ha lanciato un piano di valorizzazione del sito e organizzato delle visite guidate alla scoperta di un mondo antico e sconosciuto.

Damiano Michieletto le cose che amo

Un intervento che è quasi una confessione

Raramente il giovane regista italiano, considerato oggi il numero uno in Europa nel campo dell'opera lirica, e che è approdato anche al teatro di prosa, ha parlato così a cuore aperto e in modo originale di sé stesso. Lo ha fatto, sorprendendo la platea, in occasione della consegna del premio Veneziano dell'anno che ha ricevuto al Teatro La Fenice nel gennaio scorso. Pubblichiamo integralmente, per gentile concessione dell'autore, questo intervento che ci consente di conoscere meglio, proprio attraverso le sue parole, uno dei talenti più creativi degli ultimi decenni. E di fare anche qualche interessante scoperta.

Una mente a 360 gradi

La lettura della mano di Loretta

Troppo severa la patria Felice solo fuori confine

Una rassegna della Fondazione Ferrero ad Alba

La retrospettiva dedicata a Felice Casorati con collezioni e mostre fra Europa e Americhe. Vi si possono ammirare sessantacinque dipinti, quaranta dei quali provenienti da collezioni di musei e istituzioni nazionali e internazionali. Si tratta di scelte che all'epoca furono fatte dallo stesso artista, allo scopo di poter comparire nelle grandi esposizioni internazionali. Come un grido di dolore il suo atto di accusa all'università di Pisa sulla severità con cui l'Italia accolse a quel tempo le sue opere.

I due corni del dilemma

Riservatezza, sicurezza e violenza su internet

C'è un mistero inspiegabile sulla sicurezza di internet. Un dilemma a due corni. Primo corno: l'altro giorno un gruppo eterogeneo di attivi attivisti di Anonymous ha rintracciato e scoperto e poi inibito e cancellato migliaia di profili Twitter e Facebook, e altri indirizzi di posta elettronica della propaganda jihadista.

Mai più senza Maria Carmela

Finalmente c'è. Ed è il giornale che aspettavamo da tempo. Quello dei nostri sogni. Quello di cui da ora in poi non potremo più fare a meno. Sulla testata campeggia una grande lettera bianca, B, stampata in campo rosso. Seguono sessantotto pagine patinate a colori. Costa solo un euro e cinquanta centesimi (e perché mai dovrebbe costare di più?). Si chiama B perché, sta scritto sempre sulla testata, è il magazine di Barbara d'Urso.

Cene del peccato con magici chef

L'invito, raffinato ed elegante, arriva da un prestigioso albergo a cinque stelle, arredato e firmato da un prestigioso architetto d'interni di fama pressoché mondiale (o almeno così sembra), di un'antica e prestigiosa capitale europea, sempre sulla cresta dell'onda anche se ultimamente un po' decaduta. Vi si dice che «dopo i fasti del cinema e il glamour dei suoi party indimenticabili», il prestigioso cinque stelle in questione si inventa una nuova experience.

Moriremo democristiani adesso è una certezza

Moriremo democristiani? Sprizzano commozione e nostalgia, come in un film di Pupi Avati, i peana di vecchie mutande democristiane che per lo più si credevano estinte, per l'elezione di Sergio Mattarella alla presidenza della Repubblica italiana. Con battute, interviste e dichiarazioni a raffica, sono rispuntati fuori per l'occasione nomi celeberrimi e dimenticati. Ma indimenticabili.