In ordine cronologico

Nel parco delle statue abitate dai gabbiani

Un fenomeno sempre più inquietante

Al parco pubblico Muzio de Tommasini a Trieste, le statue dedicate a uomini illustri della città nel campo della cultura, sono ricoperte dagli escrementi lasciati dai gabbiani che le "abitano" praticamente in permanenza. I volatili affamati, in cerca di cibo, stanno diventando sempre più aggressivi. Attaccano i tavolini di bar e ristoranti e aggrediscono i passanti con panini e patatine in mano. L'allarme lanciato a Trieste e in tutta l'Istria. Allo studio drastici provvedimenti per tentare di ridurli di numero, come la sostituzione delle uova depositate con uova finte. La stessa situazione anche a Venezia.

Jughi alla frutta sempre più poareti

Il disastro economico dell'ex Jugoslavia

Sfumate le speranze di migliorare il proprio tenore di vita avvicinandolo alla media europea per le Repubbliche nate dopo la dissoluzione della Jugoslavia. Il Pil pro capite è sceso ovunque, con la sola eccezione della Slovenia. Dati drammatici per Croazia, Serbia, Macedonia, Montenegro, Bosnia Erzegovina, contenuti in una ricerca della "Intelligence Unit" dell'Economist, la divisione di analisi del gruppo britannico. La guerra ha arricchito criminali e speculatori ma ha impoverito la gente comune. E spunta la nostalgia di Tito.

La Versilia non esiste proviamo a scoprirla

Una panoplia di itinerari d'autore

Per alcuni è solo Forte dei Marmi, leggendaria stazione di villeggiatura. Per altri è solo il Carnevale di Viareggio. In realtà la Versilia è molto altro. Un luogo dell'immaginario, una piccola patria diversa dal resto d'Italia. Un riassunto di natura, di umanesimo e di eleganza, una ricchezza di tesori culturali, umani e anche gastronomici, distesi tra il mare e la montagna, e un'infinità di eccellenze. Le racconta da par suo la penna immaginifica dello scrittore Dante Matelli in un gustosissimo libro dal titolo "111 luoghi della Versilia e dintorni che devi proprio scoprire". Assolutamente da non perdere.

Eleuteria e la magia della pioggia d'aprile

La scoperta di un talento fuori dal comune

Cantautrice originalissima, violoncellista, pianista e polistrumentista, l'affascinante Eleuteria è in tour per teatri d'Italia e d'Europa con il suo nuovo album "Brucerei il mare" (Cramps Music). Undici brani sospesi tra il classico e il pop decisamente fuori dagli schemi. Atmosfere rarefatte, testi di qualità, armonie fresche e sofisticate, accompagnate da una vocalità sensuale, non priva di arditezze. L'invenzione della voce accompagnata dal violoncello veste il pop di classico. Assolutamente da non perdere.

Com'é triste Venezia tutta ridotta a immondi negozietti

Il nuovo libro di Maria Luisa Semi

Si intitola "L'età della bellezza" l'ultimo lavoro di Maria Luisa Semi, celebre notaio in Venezia. Sul filo dei ricordi e dell'autobiografia, nella fortunata scia de "Una bambina, la sua guerra", uscito nel 2012 e tradotto anche in Francia, l'autrice traccia con mano felice e leggera, e un pizzico di nostalgia, il ritratto di una generazione e di un mondo che non c'è più. Squarci rivelatori di un modo di vivere ormai dimenticato, nel nome di un dio feroce del turismo peggiore, che ha travolto la città dei Dogi relegandola a un futuro marginale e invivibile. Con poche speranze e molta rabbia.

Bando ai giovani largo ai vecchi

A proposito di mode, governi e governanti

Insopportabile. E' da quand'ero giovane che sento dire che è venuto il tempo di lasciare spazio ai giovani. Questo allora non mi dispiaceva, perché pensavo che ci sarebbe stato spazio anche per me. Poi non so se questo sia realmente accaduto. Se è accaduto non me ne sono accorto. Quello che so è che adesso che non sono più giovane (preferite che scriva vecchio?), continuo a sentir dire sempre la stessa, insopportabile, cosa, che cioè è venuto il momento di lasciare spazio ai giovani.