In ordine cronologico

Tutto un respiro il vento di Berat

L'angolo della poesia

E' un gradito ritorno sulle pagine de "Il Ridotto" quello di Fabio Strinati, giovane poeta italiano dal linguaggio sognante e raffinato. Si cimenta nuovamente in altre lingue. Stavolta in albanese, dopo il catalano, nella traduzione di E. Sella. Le nuove, bellissime poesie, che presentiamo nella doppia versione italiano-albanese, sono dedicate a un personaggio importante della cultura albanese come Shpend Sollaku Noé (Lushnje, 1957), scrittore, poeta, giornalista traduttore e uomo politico, che vive in Italia come rifugiato politico dal 1992.Scrive per giornali e riviste di mezzo mondo, e le sue opere, da "I puledri azzurri" del 1987 a "Il confine della nebbia" del 2012, sono state tradotte in 17 lingue. Si batte da sempre contro le dittature per la tutela dei diritti umani.

Il voto

Il sesto capitolo de "L'anno più difficile della mia vita"

Prosegue la pubblicazione per capitoli del romanzo inedito di Giovanni Camali, "L'anno più difficile della mia vita". Il sesto capitolo, "Il voto", segue al quinto "Il destino", al quarto "La degustazione", al terzo "Il diario", al secondo "Lacrime vuote" e al primo "Il trench di Chloè". Li potrete comodamente rileggere tutti, ancora per questa occasione gratuitamente, richiamandoli con il loro titolo dalle pagine del nostro archivio elettronico. Tutti i mesi, in esclusiva per "Il Ridotto", un nuovo capitolo di questa storia che appassiona un numero sempre crescente di lettori: le avventure intriganti di una giovane psicologa francese in crisi di identità alle soglie dei trent'anni.

Ultima Turnè prima al Cibotto

Un prestigioso premio letterario

Tra 498 opere in gara da tutta Italia, vince il primo premio per la narrativa edita al concorso nazionale intitolato a Gian Antonio Cibotto, uno dei massimi scrittori del Novecento, il romanzo "Ultima Turnè" dello scrittore e giornalista Roberto Bianchin. Una storia picaresca, in bilico tra il comico e il malinconico, che racconta l'avventura di un gruppo di artisti di varietà pensionati di una casa di riposo, che decidono, accogliendo la proposta di un bizzarro impresario, di tornare sulle scene per quella che sarà, appunto, la loro ultima tournée. A consegnare il premio, nella storica Accademia dei Concordi di Rovigo, la scrittrice e poetessa Angioletta Masiero, Premio Alda Merini 2019.