In ordine cronologico

Il giorno che Oreste andò al pianoforte

Una storia fuori dal comune

La bizzarra vicenda di un gruppo di artisti anziani, ospiti di una casa di riposo, che decidono di tornare sulle scene per dare vita ad un varietà d'altri tempi, sta diventando un caso letterario. La vicenda narrata nel romanzo "Ultima Turnè" di Roberto Bianchin, edito da I Antichi Editori, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento del primo posto nella sezione letteratura al Premio Letterario Internazionale Gian Antonio Cibotto, intitolato al grande scrittore italiano del Novecento. Una storia destinata a diventare uno spettacolo teatrale. Per gentile concessione dell'editore, pubblichiamo il primo capitolo del romanzo. Potrete leggerne il seguito acquistando il libro direttamente sul sito dell'editore: www.iantichi.org. Buona lettura.

Il figlio

Il settimo capitolo de "L'anno più difficile della mia vita"

Si avvia verso la conclusione la pubblicazione per capitoli del romanzo inedito di Giovanni Camali "L'anno più difficile della mia vita". Il settimo capitolo, "Il figlio", segue al sesto "Il voto", al quinto "Il destino", al quarto "La degustazione", al terzo "Il diario", al secondo "Lacrime vuote" e al primo "Il trench di Chloé". Li potrete comodamente rileggere tutti -solo per questa occasione gratuitamente- richiamandoli con il loro titolo dalle pagine del nostro archivio elettronico. Tutti i mesi, in esclusiva per "Il Ridotto", un nuovo capitolo di questa storia che appassiona un numero sempre crescente di affezionati lettori: le avventure intriganti di una giovane psicologa francese in crisi di identità alle soglie dei trent'anni.

Muoiono gli dei che non sono cari ai giovani

Una proposta originale

Si annuncia scoppiettante il nuovo ciclo di spettacoli classici del Teatro Olimpico di Vicenza, in programma dal 19 settembre al 27 ottobre, per la prima volta sotto la direzione artistica di un personaggio di assoluto talento come il giovane regista e scrittore Giancarlo Marinelli. Il titolo, mutuato da Menandro, richiama il grande tema della ribellione all'interno del rapporto tra gli uomini, il fato e gli dei. Si comincia con un omaggio al più grande degli attori classici, Giorgio Albertazzi, con le sue "Memorie di Adriano" interpretate da Pino Micol per la regia di un altro gigante del palcoscenico come Maurizio Scaparro. Poi, tra Ecuba e Medea, chiusura col botto con Vittorio Sgarbi e la sua personalissima rilettura dell'opera di Andrea Palladio.

Al cinema in cantina

Un'iniziativa piuttosto originale

Ha un nome inglese, "In wine the truth", ma non potrebbe essere più italiano il programma delle cantine della rete di "Toscana Wine Architecture" che fino al 15 ottobre diventano straordinari palcoscenici per la proiezione di film sull'architettura, legando vino, racconti e cinema d'autore in una nuova e originale iniziativa. Si tratta dell'abbinamento fra cantine di design, paesaggi da cartolina, film e bottiglie di ottimo vino che legano il contenuto al luogo che li ospita. Così ogni evento porta alla scoperta di una cantina e della sua storia, cui sono stati abbinati parole ed immagini che corrispondono a un'attitudine e a uno stato d'animo. Ne vien fuori un sorprendente dialogo tra la prima e la settima arte allietato da nettari di altissima qualità.