In ordine cronologico

Quei prigionieri dell'aquagranda

Alluvioni e polemiche

La moribonda Venezia ferita dalla seconda acqua alta più prepotente della storia, 1 metro e 87 centimetri contro il metro e 94 della tragica alluvione del 4 novembre 1966. Ingentissimi i danni. Ma sorprende che i veneziani non abbiano ancora imparato a convivere con un fenomeno vecchio di secoli, sollevando ogni cosa da terra e spostando in alto le prese di corrente. Dopo le centinaia di milioni stanziati con le leggi speciali e serviti a ben poco, e i miliardi buttati con il Mose, non ancora completato e di dubbia efficacia, diventa imbarazzante chiedere oggi nuove leggi e altri finanziamenti per la città lagunare. Meglio comperarsi un nuovo paio di stivali. Ma più alti. Perché le mareggiate saranno sempre più violente.

Non chiedermi ancora se non ti voglio più

Un altro referendum a Venezia

A quarant'anni di distanza dal primo referendum per la separazione di Venezia da Mestre, la popolazione del Comune lagunare torna a votare per la quinta volta nel tentativo di dividere la città d'acqua da quella di terraferma. I separatisti, che sono sia veneziani che mestrini, ma con vedute e obiettivi completamente diversi, sono sempre stati sconfitti nei quattro referendum precedenti. Ora tornano alla carica convinti di farcela, finalmente. Perché sono passati sedici anni dall'ultima consultazione e molte cose sono cambiate. Soprattutto, dicono, è peggiorata la situazione di Venezia travolta da un turismo eccessivo nei numeri e nei modi. Con la separazione sperano di risolvere tutti i problemi. Illusi.

Il viaggio

L'ultimo capitolo de "L'anno più difficile della mia vita"

Si conclude il romanzo inedito di Giovanni Camali, "L'anno più difficile della mia vita". Questo decimo e ultimo capitolo intitolato "Il viaggio", fa seguito al nono "Dopo l'illusione", all'ottavo "Ma famille", al settimo "Il figlio", al sesto "Il voto", al quinto "Il destino", al quarto "La degustazione", al terzo "Il diario", al secondo "Lacrime vuote" e al primo "Il trench di Chloè". Li potete comodamente rileggere tutti -ancora per questa occasione gratuitamente- richiamandoli con il loro titolo dalle pagine del nostro archivio elettronico. Eccovi dunque le ultime pagine di questa storia che ha appassionato un numero sempre crescente di lettori: le intriganti avventure di una giovane psicologa francese in crisi di identità alle soglie dei trent'anni.