Caratteristiche decisamente plutoniche

Caratteristiche
decisamente
plutoniche

La lettura della mano di Dino

a cura di Enzo Bordin
Qua La Mano - Lettura gratuita della mano via web! Dino, febbraio 2014.

Caro Dino,

possiedi una mano che s'avvicina a quella di Plutone: palmo di forma quadrata, dita robuste e abbastanza lunghe ma anche monti ben evidenziati, soprattutto quello di Venere di cui colpisce l'estensione. Ne deriva, di primo acchito, un carattere capace di trovare in sé stesso l'energia per ricominciare da capo, essendo istintivamente portato al rinnovamento continuo, a voltare pagina per poi iniziare un nuovo percorso esistenziale. Ma il tuo non è solo un rinnovarsi esteriore ma soprattutto interiore, con tutti i travagli che ne derivano.

Però in questo periodo stai soffrendo molto. Ti senti spaesato e smarrito, defraudato di un qualcosa a te caro.

Più passa il tempo e più diventa difficile gettare alle spalle quanto hai cercato di costruire in anni di vita e di lavoro, sia sotto l'aspetto professionale che sentimentale. Le pene d'amore appaiono stampate sul tuo monte di Venere, con una serie di linee orizzontali piuttosto insistite e marcate. Spezzettate appaiono anche la linea del Destino e di Mercurio, nel loro lasciarsi alle spalle dolorose esperienze.

Le note più personali del tuo tratto caratteriale le troviamo però nella linea dell'Intuito, capace di portare all'esterno i misteri dell'inconscio rendendo la tua personalità enigmatica e affascinante. Del resto la figura del bel tenebroso attira molto il mondo femminile, anche se poi diventa difficile gestirla nel quotidiano.

Nella tua mano sinistra sta inoltre impresso un segno inusuale: quello della Lascivia, deputata all'immaginazione a alla sensibilità in campo sessuale ed emozionale. Morale della favola: sei sempre alla ricerca di sensazioni forti, sempre più forti.

Ne deriva la tua difficoltà di trovare un limite nelle cose, nel saperti fermare in tempo cavalcando la situazione. Prima o poi bisogna che impari a fermarti in tempo facendo i conti con te stesso. Nella tua mano ci sono pure le linee dei Viaggi che fungono da medicina insostituibile per una personalità sfaccettata come la tua.

Ancora: la linea del Cuore inizia con varie biforcazioni, alcune dirette verso il monte di Giove, altre verso quello di Saturno. E in fase terminale altre linee parallele (dette anche linee degli zingari) corrono sotto il il monte di Mercurio. Sta a significare che, quando ci sono di mezzo problemi d'amore, prendi decisioni d'impulso, senza concedere il giusto spazio alla riflessione e alla razionalità che pur possiedi in campo professionale.

Tale caratteristica prova conferma anche dal fatto che la linea della Vita e della Testa fanno lo stesso percorso iniziale, in una chiave istintuale che tende a fagocitare sia l'intelletto che l'esistenza.

Va pure ricordato che la linea della Testa va per la tangente, andandosi a fermare sotto il Monte della Luna. Appare infatti lunatica ed impulsiva, con estro e creatività d'indubbia valenza ma talvolta frenata da un'indole incline a coltivare più l'aspetto qualitativo che quantitativo. Con i tempi di crisi che corrono, questo pur nobile atteggiamento complica le cose anche a livello economico.

Venendo alla forma delle dita, si nota un pollice piuttosto slanciato ad indicare orgoglio ed amor proprio accentuati. La falange unghiata (falangetta) più lunga della falangina certifica che ti batti per cause nobili e che possiedi generosità d'animo e onestà d'intenti.

Altro riscontro: poiché l'apertura laterale del pollice risulta inferiore ai novanta gradi, ne deriva che sei un tipo circospetto all'impatto con le persone sconosciute, anche se poi tendi progressivamente ad aprirti, come evidenzia il mignolo leggermente staccato dall'anulare Sei pure dotato di buon eloquio, grazie ad una tua voce persuasiva e calda.

Il dito pollice o di Giove: risulta più corto dell'anulare: significa che non possiedi l'attitudine al comando, mancando del necessario cinismo. Non cedi soltanto se ti prendono di petto, quando ne fai una questione di principio.

Il dito di Apollo (anulare) sottende invece un ottimo gusto estetico e un'inclinazione naturale all'arte.

Per quanto concerne il dito medio o di Saturno, sei irresistibilmente attratto dall'esoterico, dal misterioso e dal paranormale, con un'ambivalenza significativa: provi fascino e nel contempo paura.

Come impressione generale, la tua mano esprime potenza e dinamicità. È pure portatrice di pulsioni trabocchevoli unite ad una sensibilità accesa. Devi solo imparare a modularne l'intensità. In amore, l'esercizio di stile può fare miracoli. ★

Febbraio, 2014