Diamoci delle arie

Diamoci delle arie

I vezzosi segreti del ventaglio

Maria Luisa Pavanini

Aperta a Palazzo Mocenigo (fino al 14 settembre) nello spazio all’ultimo piano, dove si trovano anche gli armadi con i preziosi costumi antichi, una curiosa mostra sul ventaglio. Il Museo del Palazzo, Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume, è stato recentemente oggetto di un radicale restauro con la collaborazione dell’architetto e scenografo Luigi Pizzi.

  • Museo di Palazzo Mocenigo, Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume Santa Croce, 1992, Venezia

Fino a: 

Domenica, 14 Settembre, 2014 - 17:00
Ventaglio, pagina in seta dipinta; stecche in avorio. Inizio secolo XX (dalla collezione Beggiato, foto Andrea Avezzù).
Ventaglio Pagina in penne di struzzo. Stecche di osso. Inizio secolo XX (dalla collezione Beggiato, foto Andrea Avezzù).
Ventaglio brisè Stecche in legno di balsa dipinte. Fine secolo XIX (dalla collezione Beggiato, foto Andrea Avezzù).
Ventaglio pieghevole Sagome in seta con applicazione di lustrini metallici. Stecche in osso intagliato e traforato. Seconda metà secolo XIX (dalla collezione Beggiato, foto Andrea Avezzù).
Pagina in seta dipinta. Stecche in legno. Inizio secolo XIX (dalla collezione Beggiato, foto Andrea Avezzù).
Pagina in sera dipinta. Stecche in tartaruga agemina ture dorate. Secolo XIX (dalla collezione Beggiato, foto Andrea Avezzù).
Pagina in raso dipinto. Stecche in osso. Fine secolo XIX (dalla collezione Beggiato, foto Andrea Avezzù).
Pagina in raso dipinta con bordatura in merletto meccanico. Stecche in osso traforato. Nappa bianca. Fine secolo XIX (dalla collezione Beggiato, foto Andrea Avezzù).
Ventaglio rigido a rosta Schermo ovale in seta dipinta. Manico in legno tornito e dorato. Fine secolo XIX (dalla collezione Beggiato, foto Andrea Avezzù).
Pagina in tulle con applicazione di lustrini metallici. Stecche intagliate dorate. Fine secolo XIX (dalla collezione Beggiato, foto Andrea Avezzù).

VENEZIA — Oltre alla suggestione di entrare in un’antica dimora veneziana fedelmente riproposta, abbiamo la possibilità di sentire antichi profumi in tre stanze del palazzo. La collezione di ventagli è frutto della passione della famiglia Beggiato, proprietaria dell’Hotel Metropole sulla Riva degli Schiavoni, per gli oggetti antichi.

I ventiquattro ventagli sono l’esempio di un antiquariato di classe che attraversa i secoli e le mode e costituiscono solo una parte dell’intera collezione che occupa un intero piano dell’Hotel Metropole. Questo vezzoso accessorio ha origini antiche ed è stato prodotto soprattutto in Francia, Inghilterra ed Italia tra il XVII e il XVIII secolo.

In tempi senza cellulari le dame comunicavano benissimo le loro intenzioni col ventaglio. Se era appoggiato vicino al cuore: «Hai vinto il mio amore», chiuso a toccare l’occhio destro: «Quando posso vederti?», ed appoggiato alle labbra «Mi puoi baciare».

Esibito sia dalle donne che dagli uomini, accessorio di corredi reali ed ecclesiastici, simbolo frivolo ma anche del sacro assume nel tempo anche un significato simbolico. Strumento ed emblema di distinzione sociale divenne nel tempo sempre più complicato con un supporto che veniva arricchito da manici preziosi tempestati di pietre preziose.

Apertura al pubblico:
7 giugno – 14 settembre 2014
Orario
10.00 – 17.00 (biglietteria 10.00 – 16.30)
Chiuso lunedì
BIGLIETTI
Intero: 8 euro
Ridotto: 5,50 euro (ragazzi da 6 a 14 anni; studenti dai 15 ai 25 anni*; accompagnatori (max. 2) di gruppi di ragazzi o studenti; cittadini over 65; personale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo (MiBACT)*; titolari di Carta Rolling Venice; soci FAI*)
Gratuito: residenti e nati nel Comune di Venezia; bambini da 0 a 5 anni; membri I.C.O.M.; portatori di handicap con accompagnatore; guide autorizzate e interpreti turistici che accompagnino gruppi*; per ogni gruppo di almeno 15 persone, 1 ingresso (solo con prenotazione); volontari del servizio Civile; Partner ordinari MUVE; possessori MUVE Friend Card.
Offerta Scuola: 4,00 euro a persona (valida nel periodo dal 1 settembre al 15 marzo)
Per classi di studenti di ogni ordine e grado accompagnate dai loro insegnanti con elenco dei nominativi compilato dall’Istituto di appartenenza.

*è richiesto un documento

Giugno, 2014