Sotto il segno dell'inquietudine

Sotto il segno
dell'inquietudine

La lettura della mano di Elena

a cura di Enzo Bordin
Qua La Mano - Lettura gratuita della mano via web! Elena, settembre 2014.

Cara Elena,

la tua mano sinistra dai tratti mistilinei evidenzia due aspetti particolarmente significativi a declinarne il carattere. Il primo spunto ce lo fornisce il dito pollice, di dimensioni minute rispetto all'impianto complessivo ma con la seconda falange nettamente più lunga rispetto alle altre due. Poiché questa falange rappresenta la logica e l'intuito, se ne deduce che capisci le cose al volo senza bisogno di dovertele spiegare. Dal momento però che la tua prima falange (quella unghiata, preposta alla volontà) occupa uno spazio angusto, ne esce una condotta esistenziale disarmonica: vedi chiaro ma continui ad esitare, elabori magnifiche strategie ma poi non le applichi, la ragione ti spinge a guardare in avanti ed invece sei esitante temendo l'incognita del futuro. La tua incertezza ti induce alla prudenza. Quando la logica ti consiglia di correre, qualche passo in avanti riesci a farlo, salvo poi ritornare suoi tuoi passi per mancanza della dovuta determinazione, specialmente quando c'è in ballo il fattore sentimentale, dove l'insicurezza assume toni ancor più marcati.

Adolphe Desbarrolles, uno dei più grandi chiromanti di tutti i tempi, nel suo mirabile libro Le misteres de la main scrive a proposito del pollice così strutturato: «Il soggetto che possiede la seconda falange lunga e la prima corta potrà certamente dare dei buoni consigli agli altri, ma produrrà poco o niente per sé stesso». Tradotto in soldoni: quando una cosa non va, e tu lo capisci meglio di ogni altra persona, bisogna che tu trovi la forza per cambiarla, altrimenti rischi di perdere il treno delle grandi occasioni. Chi coglie di te solo l'aspetto esterno, scambia la tua iperattività per risolutezza, il dinamismo per incisività operativa, senza cogliere la parte sopita e recondita della tua personalità.

Il secondo aspetto rilevante che emerge dalla lettura è la forma a barchetta della tua mano mancina, ossia con le dita all'indietro. In chiromanzia questa forma particolare viene definita mano indiscreta, nel senso latino di curiositas, ossia la voglia di conoscere e sapere a 360 gradi e non già per il gusto del pettegolezzo.

Questo aspetto, valutato in modo positivo, viene confermato anche dalla linea della Testa che corre lunga e dritta verso il palmo della mano a delineare un'intelligenza versatile, in grado di conciliare la logica deduttiva con la creatività. La caratteristica creativa è delineata dalle tue dita affusolate in punta ma soprattutto dal dito medio (Saturno) che pende verso ilo dito anulare (Apollo) consacrato all'arte. Ed è proprio questo, l'apollineo, il dito dominate della tua mano mancina. Sul tuo potenziale senso artistico non ci sono dubbi. Non ne esistono neppure sul tuo senso estetico, anche se s'intravvede il rammarico di non aver coltivato l'arte per farne una professione. Sotto il profilo della sublimazione antistress ne avresti ricavato un enorme vantaggio, vista la tua variegata e complessa struttura caratteriale.

L'inclinazione del medio verso l'anulare non significa soltanto amore per l'arte ma anche per la scienza. Sotto il profilo psicofisico indica pure un soggetto tendenzialmente ansioso.

Per quanto concerne invece il dito di Mercurio (mignolo), possiedi una parlata persuasiva e accattivante. Dal tuo indice (Giove) se ne ricava la certezza che non possiedi il segno del comando, non essendo abbastanza cinica per come impone un simile ruolo.

Se le dita della mano rappresentano la componente istintiva della personalità e sono rivelatrici di come elaboriamo i nostri pensieri, il palmo fotografa invece la parte pratica del nostro carattere.

Nel tuo caso specifico siamo in presenza di un palmo pieno, di un labirinto di segni a comporre un complicato reticolo di linee. E qui emerge il lato esplosivo del tuo carattere, quello di una donna che non si rilassa nemmeno quando va in vacanza. Ipersensibile ed emotiva, sei sempre intenta ad analizzare, scomporre, interpretare e dedurre. L'eccessiva sensibilità diventa un limite quando si scontra con la quotidianità. Sei attiva quando devi affrontare situazioni difficili, raggiungere traguardi importanti, salvo poi retrocedere e demoralizzarti al minimo intoppo. I soggetti «a palmo pieno» hanno difficoltà a trattenere quanto faticosamente conquistato, in quando non accettano la disciplina e raramente sanno imporla a se stessi.

Basta osservare la linea dell'Amore, dove raramente cuore e cervello vanno d'accordo, alleati il primo con la passione e il secondo con la ragione. Il tuo percorso sentimentale, piuttosto ballerino, risulta costellato da questi dualismi. E ve ne saranno ancora.

La linea della Vita evidenzia tratti difficili, ma sarà lunga e con alle spalle diverse storie da raccontare. Punta verso il centro della mano, lasciando ampio spazio ad un monte di Venere piuttosto edonista. Corre tuttavia al suo fianco, sia pure per un tratto dell'esistenza, la linea di Marte che la rafforza e che funge da serbatoio energetico supplementare in caso di necessità.

Nel tuo palmo è anche disegnato il segno dei viaggi, tipico della persona che sarebbe sempre con la valigia in mano alla scoperta del mondo. E hai pure il segno dell'inquietudine. Un'inquietudine interiore, problematica, dilaniante.

Settembre, 2014