Sotto le verginee forme

Sotto le verginee forme

La lettura della mano di Sabrina

a cura di Enzo Bordin
Qua La Mano - Lettura gratuita della mano via web! Sabrina, giugno 2014.

Cara Sabrina,

la tua mano mancina è tanto bella da risultare fragile, tanto dolce da sembrare labile e così raffinata da apparire frivola. È un'immagine riduttiva che coglie solo l'aspetto esteriore e non quello meno evidente. In realtà, dietro a queste virginee forme, si cela una personalità piuttosto spiccata.

Con la sua suadente conicità di forme, la tua mano disegna invece una innata sensibilità estetica accompagnata da una fantasiosità altrettanto spiccata soprattutto in ambito artistico. E c'è pure un rimarchevole senso cromatico nell'accostamento dei colori.

Ci troviamo pertanto in presenza di di una donna con tutte le potenzialità dell'artista che però non ha verosimilmente potuto (per una serie di ragioni) coltivare questa sua passione col necessario rigore e con la dovuta continuità. In ogni caso, una mano così agile e aggraziata nei movimenti è sempre in grado di stupire per leggerezza del tratto.

Le dita aperte immortalate nella foto svelano che siamo in presenza di una persona socievole ed estroversa. La prima falange del pollice più lunga delle altre segnala l'inclinazione a battersi con slancio per cause di grande respiro e per ideali alti, sorretta da un orgoglio io ed un amor proprio accentuati. E in questo pollice birichino s'intravvede pure una patina di narcisismo.

Ancora: possiedi un indice piuttosto rapace, con inclinazione al comando che però non eserciti risultando priva del dovuto dovuto cinismo per potere metterlo in pratica. Morale della favola: visto che non sai comandare, non vuoi nemmeno essere comandata. Ti piacerebbe fare quello che l'estro suggerisce, anche se in pratica non è sempre possibile attuare questa filosofia di vita.
In ogni caso, una venatura di edonismo te la porti dietro fin dall'infanzia.

E qui entriamo nella sfera del profondo. In te si scontrano due forze contrapposte: un istinto animalesco entra in conflitto con una razionalità puritana che lo controlla a vista, temendo qualche colpo di testa.
Risultato: mentre sul lavoro sai quello che vuoi e sei sicura di poter realizzare quanti ti prefiggi, in amore appari ondivaga in quanto ti lasci trascinare dalle pulsioni istintuali, dalle passioni forti. La lunghezza della terza falange (quella vicino al palmo) mette in risalto la tua sensualità.

Eppure il tuo dito prevalente è il medio, dominato da Saturno che delinea il nostro modo personale di affrontare la vita, ossia la nostra serietà e perseveranza nel portare a termine ciò che ci siamo prefissi. È pertanto un dito di non agevole interpretazione, un dito misterioso e pieno di enigmi che, di norma, è per circa metà della sezione terminale più alto dell'anulare e dell'indice. Se risulta ancora più lungo, la depressione è in agguato poiché ci carichiamo di troppe responsabilità. Un dito medio corto (ma non è certo il tuo caso) declina invece mancanza di equilibrio, carattere debole, chiuso e dipendente. Dal medio che vediamo in foto capiamo un cosa importante: certe emozioni preferisci tenerle dentro, in quanto vorresti essere capita senza esternare ciò che provi e desideri. Denoti pure il profilo della sensitiva, facoltà che probabilmente hai cominciato ad avvertire fin da bambina, irresistibilmente attratta da racconti intriganti, favole, miti e leggende destinati ad alimentare ulteriormente la tua già fervida fantasia. Per non parlare dell'esoterico, con l'ambivalente sentimento a metà strada tra fascino e paura.

Soggetto ipersensibile, tendi a muoverti d'istinto, mentre la ragione interviene di solito in seconda battuta, a cose fatte.

Per quanto concerne invece l'anulare (dito di Apollo), c'è la conferma delle tue attitudini artistiche ed estetiche. Il mignolo, influenzato da Mercurio, segnala che non possiedi il senso del risparmio. Dovresti essere un po' meno compulsiva negli acquisti gratificanti. Hai invece il dono della parola. Vedo che porti gli anelli sull'anulare della mano sinistra. Significa che preferisci vivere in un mondo di sogni e fantasie, che sei romantica e sensibile. In conclusione: hai una Mano Fuoco dal palmo stretto e con le dita che si aprono a raggiera, agili e piene di vita.

Quella Fuoco Yang, passionale ed estroversa, ha un'alta considerazione di sé, tende a non mescolarsi con gli altri e s'infiamma come un cerino per una causa giusta. Tendenzialmente è anticonformista e ribelle. Fuoco Yin tende invece a chiudersi in se stesso e ad impigrirsi, è di umore altalenante e si scoraggia facilmente. Tu evidenzi sia il lato maschile che femminile nella classificazione in base ai cinque elementi che costituiscono l'Universo.

Dal palmo apprendiamo che a tua linea dell'Amore è sofferta e ballerina, che possiedi una linea della Testa vivida ma incostante e che la linea della Vita dovrebbe garantirti un'esistenza piuttosto lunga ma ricca d' imprevisti e cambiamenti di scena, anche radicali. Hai pure la linea dei viaggi e quella dell'inquietudine, la tua più assidua compagna di vita. Anche il monte di Venere risulta ambivalente: alterni periodi di grande carica libidica ad altri meno marcati.

Il tratto distintivo del tuo palmo è però rappresentato dalla linea di Marte che costeggia quella della Vita ma che non tutti possiedono. Agisce come rafforzativo del tuo percorso esistenziale, come carburante di riserva quando il tuo corpo rimane senza benzina e non riesce a muoversi. Sei una gatta dalle sette vite, magica e imprevedibile.

Giugno, 2014