In ordine cronologico

La folle avventura del Clown's Circus

Un prezioso cofanetto di memorie

Ci sono voluti non uno ma ben quattro libriccini, racchiusi in un elegante cofanetto pubblicato da "Edizioni Equilibrando", e curati da Jamila Yasmin Attou, per celebrare come si conviene -tra racconti, testimonianze, aneddoti, poesie e i dipinti di Bruno Edel- la folle avventura della vita breve ma felice del Clown's Circus di Antonio Giarola. Fu la prima, fondamentale esperienza di circo di regia agli inizi degli anni Ottanta. Uno spettacolo innovativo che avrebbe lanciato il regista verso una brillante carriera sotto gli chapiteaux di mezzo mondo. Il suo era un circo visionario, poetico, sospeso tra fantasia e magia. Felicissimo nella creazione artistica quanto fallimentare sul piano economico. In ogni caso, un'esperienza unica. Da ricordare.

Il sogno proibito della città perfetta

La straordinaria avventura di Cosmopolis

Un originale spettacolo teatrale al chiostro di Forte Falcone a Portoferraio in occasione delle celebrazioni per il cinquecentenario della nascita di Cosimo I de' Medici, ha dato origine, a partire dal copione della rappresentazione, a un bizzarro volume scritto dal giornalista e scrittore Roberto Bianchin e pubblicato da "I Antichi Editori". Vi si racconta la storia della nascita di Cosmopolis e della costruzione delle Fortezze Medicee attraverso un dialogo immaginario, ma basato su precise fonti storiche, tra il Granduca di Toscana Cosimo I e il suo architetto preferito, Giovanni Camerini. Ne vien fuori un dialogo intenso, serrato, appassionante e anche divertente, con molti risvolti inediti. Disponibile su Amazon e Google Play in diversi formati.

In morte di un circo

Elegia funebre

Tre anni fa chiudeva i battenti negli Usa il più grande circo del mondo, il Ringling Bros. and Barnum & Bailey, il numero uno dei circhi tradizionali. Adesso si suicida in Canada, per colpa del coronavirus, il capostipite dei circhi contemporanei, il Cirque du Soleil, che a causa dei mancati incassi non ha più i soldi per pagare gli stipendi ai suoi quattromila dipendenti. Con le sue 14 produzioni sparse per il mondo e i suoi 10 spettacoli stabili, era la più grande industria mondiale del divertimento dal vivo. Due storie diverse, quelle del Barnum e del Soleil, ma emblematiche della crisi del più antico e più grande spettacolo del mondo, che l'epidemia ha messo in ginocchio. Ma il circo, come ha sempre fatto, saprà risorgere. Magari in altre forme. L'analisi di Roberto Bianchin.

Con la regina di Saba sulla via dell'incenso

"Il mio folle temerario giro del mondo", VI puntata

Si conclude con questa puntata la demenziale crociera intorno al mondo del medico-scrittore pluripremiato Giorgio Bertolizio (ultimo riconoscimento il prestigioso Premio Nabokov) con la complicità della leggiadra stilista Vera Storani. Indagando con acutezza e ironia sul passaggio tra mito e realtà sulle orme di Giulio Verne e sull'esempio del "Giornale di viaggio" di Michel de Montaigne, l'autore racconta il suo peregrinare città dopo città, Paese dopo Paese, con esiti ora esilaranti e ora deprimenti. Ne vien fuori un originale e sgangherato diario di bordo. Volendo, potrete rileggere le puntate precedenti richiamandole con il loro titolo dal nostro archivio elettronico: "Il mio folle temerario giro del mondo", "Dagli incubi di Gaudì ai fantasmi del corsaro", "Aspettando i cannibali tra i fiori di cactus", "Fra danze maori e rivolte del rum", "Sulle tracce di Kipling nell'India misteriosa".