Il puzzle del mese aprile 2012

Il puzzle del mese

Canaletto, Piazza San Marco vista verso San Geminiano nel 1735

Ore e ore di pacato trastullo che vi permette di tenere la mente e le mani occupate mentre vi rigenerate interiormente e imparate anche delle cose. Splendidi quadri dei grandi maestri della storia dell’arte di Venezia, ridotti a pezzi per voi tramite un programma del tutto gratuito, che vi mostreranno dettagli che neanche potevate immaginare. Ogni mese in omaggio.

Il puzzle di questo mese (aprile 2012).

Piazza San Marco, vista verso San Geminiano (1735) di Giovanni Antonio Canal, detto il Canaletto (Venezia, 7 ottobre 1697 – Venezia, 19 aprile 1768). Il dipinto, che si trova presso la Galleria Nazionale di Palazzo Corsini a Roma, appartiene alla prima fase della lunga e fortunata carriera del pittore. In questo quadro si ammira la chiesa di San Geminiano, fatta demolire nel 1807 da Napoleone per ricavare una sala da ballo nell’allora costruenda Ala Napoleonica; la chiesa era stata edificata secondo progetto di Jacopo Sansovino (di cui accoglieva il sepolcro) e armonizzava la giunzione tra le Procuratie Nuove e le Procuratie Vecchie, come potrete ammirare ricomponendo i vari pezzi. Inoltre potrete ricostruire l’originale Loggetta ai piedi dell’originale campanile e studiare l’abbigliamento l’atteggiamento e le abitudini dei veneziani del 1735. Buon divertimento.

Come si fa.

Il programma usato per fare e rifare i puzzle si chiama Palapeli (curioso, no?) ed è inserito di base nel manager a finestre KDE, che è anch’esso gratuito (c’è anche una app per iphone e ipad e quelle robe là, la trovate e la pagate qualche decina di centesimi). Potevamo scegliere altri programmi, ma Palapeli vi offre la possibilità di costruirvi da voi i vostri puzzle e di scambiarli con chi volete; gli altri programmi no, e in più li pagate. KDE lo trovate in qualsiasi distribuzione Linux, e se siete un po’ esperti potete anche installarlo su Windows o su Mac; anche se ci auguriamo che presto, spinti dal miraggio del risparmio e dall’anelito di libertà informatica abbandoniate quei sistemi operativi concepiti per minorati (e che oltre a tenervi in stato di minorazione, vi spingono anche a comportamenti illeciti a causa dei prezzi esosi che vi estorcono) e passiate a sistemi operativi più seri.

Scaricate e giocate!