Una storia che non si ferma

Una storia che non si ferma

In mostra le immagini della Giudecca

L’unica mostra aperta a Venezia è quella del Circolo Nardi alla Giudecca, guidato da Luigi Giordani: dall’8 gennaio 2021 (fino al 30 giugno 2022) tutta la storia dell’isola veneziana dalle origini ai giorni nostri esposta ai visitatori con le dovute cautele (ingresso libero su prenotazione). Un segnale importante in una città governata dai filistei che chiudono i musei.

Giudecca, Corti Grandi, fine Ottocento.
Giudecca, Corti Grandi, fine Ottocento.

VENEZIA - «Il sindaco chiude i musei e noi apriamo la nostra mostra»: è molto chiaro Luigi Gigi Giordani, invincibile presidente del Circolo Nardi alla Giudecca (in Calle degli Spini, a pochi passi dal pontile della Palanca e subito prima del ponte Longo) nel presentare l’esposizione, inserita nel calendario dei festeggiamenti per i quarant’anni del circolo, che coincidono quest’anno con il milleseicentesimo compleanno della città.

«Nella mostra ripercorriamo la storia della nostra Isola - dice Giordani - sfogliando le pagine del libro di Francesco Basaldella e immaginiamo la Giudecca nei suoi momenti di gloria tanto da diventare luogo di soggiorno prediletto di famiglie patrizie come i Vendramin, i Barbaro, i Nani, i Mocenigo, i Foscari, i Da Ponte, Zenobio, Cavalli, Gritti, Grimani, Pisani, la principessa Aspasia di Grecia. Immaginiamo i loro palazzi, gli orti, le dieci chiese, sette delle quali appartenenti a comunità religiose, prima fra tutte quella del Redentore, progettata da Andrea Palladio. Immaginiamo l’Isola come fucina culturale con accademie di filosofia, di scienze naturali con illustri ospiti, pittori, poeti, artisti tra i quali lo stesso Michelangelo Buonarroti».

«Le immagini che troverete nella nostra Mostra Fotografica illustreranno proprio questa storia poco conosciuta, immagini gentilmente messe a disposizione dagli archivi di Francesco Basaldella, Riccardo Vianello e del Circolo Nardi con alcune considerazioni di Virgilio Boccardi».

«Con la trasformazione in polo industriale cittadino la vocazione culturale della Giudecca è andata lentamente trasformandosi nel tempo, senza però scomparire mai, e in quest’epoca post-industriale, dove vediamo un ritorno alla residenzialità riemerge anche l’antico spirito popolare genuino, meno contaminato che fa probabilmente dei Giudecchini i rappresentanti più autentici della vera anima della città».

«Se dopo aver visitato la mostra visiterete l’Isola, scoprirete come sia in continua evoluzione, vivace, con i suoi spazi dedicati alla Cantieristica Minore, alle remiere che hanno visto crescere molti dei campioni del Remo. Scoprirete i suoi artigiani, gli atelier di artisti e le fondazioni culturali come ad esempio I Tre Oci, il nostro Circolo Nardi, la Fondazione Nono. E non perdetevi i locali con le specialità gastronomiche tipiche, a partire dai famosi Cicchetti Veneziani».

Mostra Fotografica Storica dell’isola
Giudecca Una Storia Che Non Si Ferma
Manifestazione inserita nel calendario dei festeggiamenti per i 40 anni del Circolo Nardi alla Giudecca
Circolo Nardi - 40 Anni Con Noi

Sale espositive a cura del: Centro Culturale Renato Nardi
Giudecca, Calle degli Spini 432 - 30133 Venezia - Tel./Fax +39 041 523 6311

dall’ 8 Gennaio 2021 al 30 Giugno 2022
dal lunedì al sabato 10:00 / 12:00 – 17:00 / 19:00
domenica 10:00 / 12:00
ingresso libero su prenotazione telefonica

Come arrivare
ACTV: da Piazzale Roma linea 4.1 e 2 fermata Palanca
da San Marco Monumento linea 4.2 e 2 fermata Palanca
(usciti dal pontile girate a sinistra, percorrete la fondamenta ed entrate nell’ultima calle prima del Ponte Longo, quello di ferro; c’è una grande insegna all’ingresso della calle, in alto)