Batman Begins

Batman Begins

La reinvenzione del Pipistrello

Il multimilionario Bruce Wayne, sotto le spoglie di un oscuro pipistrello-vendicatore, decide di fronteggiare la criminalità organizzata di Gotham e un’oscura setta che attanaglia da secoli l’intera umanità.

Una scena di Batman Begins (2005).
Una scena di Batman Begins (2005).

Batman Begins è il primo capitolo della celebre trilogia del Cavaliere Oscuro, scritta e diretta del celeberrimo regista, sceneggiatore e produttore britannico Christopher Nolan. Questo film ha il merito di riportare in auge il franchise cinematografico un po’ frusto del Paladino di Gotham reinventandone la storia, rendendola più cupa e realistica. Definire questa pellicola come un semplice film di super-eroi sarebbe riduttivo, data l’ottima sceneggiatura, la resa mai banale dei personaggi e degli intrecci narrativi.

Con Christopher Nolan alla regia persino una delle storie delle origini dei super-eroi più conosciute e trattate di sempre diventa una novità sorprendente, talmente cruda e verosimile è la sua sceneggiatura. Ad accompagnare un’ottima storia ci sono degli altrettanto ottimi attori, alcuni dei quali non ci si aspetterebbe mai di trovare in un film di Batman, come ad esempio il celebre ed iconico Michael Caine nei panni dello storico maggiordomo della Wayne Manor, ovvero Alfred Pennyworth, oppure come il poliedrico Gary Oldman che interpreta il tenente James Gordon, uno dei primi alleati del Cavaliere Oscuro.

Sin dal primo capitolo della trilogia si può notare la presenza di un protagonista invisibile che diventerà sempre più centrale, man mano che si avanza nella saga del Cavaliere Oscuro, ovvero la paura. Per il Pipistrello la paura, sentimento di cui prima è vittima e poi dominatore, non è più sinonimo di ostacolo ma si tramuta in una motivazione, in una spinta primordiale al cimento dell’eroe: proteggere coloro che ama e impersonare l’implacabile vendetta contro i nemici, anche se questo aspetto verrà maggiormente approfondito nei film successivi.

Di grande qualità la colonna sonora di Hans Zimmer, autore che, dopo questo felice exploit, dirigerà tutte le musiche dei film di Nolan, dandogli toni, al tempo stesso, epici, adrenalinici e drammatici. Infine: il design del costume di Batman. Estremamente accattivante e tecnologico, più simile ad una tuta da moto mondiale che a una tradizionale calzamaglia. Insomma uno dei meglio riusciti a differenza di quello visto in Batman Forever (1995). Sulla stessa linea la BatMobile, più potente ed esagerata che mai.

Batman Begins, senza dubbio la miglior trasposizione cinematografica delle origini del Paladino di Gotham, non è che il biglietto da visita di un’epopea che ha profondamente segnato la storia del cinema.

Curiosità:
L’attore Cillian Murphy, che nella pellicola interpreta uno degli antagonisti più iconici del Cavaliere Oscuro, l’inquietante Spaventapasseri, si presentò sì ai provini di Batman Begins, ma per ottenere la parte del Paladino di Gotham. Nonostante non convincesse nella parte del giustiziere, a Nolan piacque moltissimo: e l’attore (suo connazionale) ottenne ugualmente una parte nel film.

La frase:
«Non è tanto quello che sei, ma quello che fai che ti qualifica».

Batman Begins
Anno: 2005
Durata: 140 min
Genere: Azione/Thriller/Drammatico
Regia: Christopher Nolan
Musiche: Hans Zimmer, James Newton Howard
Cast: Christian Bale, Liam Neeson, Michael Caine, Morgan Freeman, Gary Oldman, Cillian Murphy.