Ernest McOliver

Visioni

Violet Evergarden

Più profonda e commovente di molte opere con interpreti in carne ed ossa.

Ernest McOliver

In un mondo fittizio, agli inizi di un presunto XX secolo, dopo un’aspra e devastante guerra, la soldatessa Violet Evergarden, addestrata sin dalla tenera età ad uccidere, perde in combattimento sia l’uso delle braccia, ora rimpiazzate da delle protesi metalliche, sia l’unica persona che abbia mai amato, il suo superiore Gilbert Bougainvillea. Così comincia la serie che ha vinto il prestigioso NekoAwards 2019.

Visioni

Shin Godzilla

Il mostro ritorna, sempre

Ernest McOliver

Dalla baia di Tokyo emerge una colossale creatura, figlia dei test nucleari, che comincia a seminare caos e distruzione nella capitale del Sol Levante; spetterà al governo giapponese fronteggiare la minaccia. Più di sessant’anni, e molti ritorni, dopo, il mostro primigenio fa finalmente paura, e anche pensare.

Visioni

Django Unchained

Il ritorno del western

Ernest McOliver

Django Freeman, schiavo afro-americano nell’America del 1858, viene liberato dal curioso Dr. King Shultz, un cacciatore di taglie tedesco che a tempo perso fa anche il dentista, e assoldato per trovare dei fuorilegge senza manifesto che Django ben conosce perché lavoravano nella piantagione dove era costretto in catene. I due diventano presto inseparabili e King aiuterà Django a liberare sua moglie dal giogo della schiavitù di un perfido proprietario terriero del Profondo Sud.

Visioni

Sette samurai mille citazioni

Un capolavoro che ha segnato la storia del cinema (e della televisione)

Ernest McOliver

Nel Giappone del XVI secolo un villaggio rurale è ripetutamente preso d’assalto da una banda di briganti. Per mettere fine alle incursioni dei malviventi, l’anziano del villaggio decide di mandare due contadini ad assoldare dei Ronin (samurai senza padrone) per difendere il villaggio. Nasce un capolavoro del cinema da cui tantissimi hanno preso, copiato, citato.

Visioni

Un film da notti insonni

Donnie Darko

Ernest McOliver

Donald Darko è un liceale introverso e annoiato, affetto da schizofrenia paranoide. Una notte una voce misteriosa lo attira fuori casa e un’inquietante figura travestita da coniglio gigante  gli annuncia che esattamente ventotto giorni, sei ore, quarantadue minuti e dodici secondi dopo il mondo sarebbe finito.