Ginaissance

Il Giovedì

Un gin diabolicamente astuto

Con un tocco di luppolo

Martin Fone

Una delle caratteristiche affascinanti del Ginascimento (Ginassaince per il resto del mondo) è il modo in cui i distillatori intraprendenti hanno cercato di introdurre nuove botaniche nel nostro liquore preferito. Questa settimana, un esperimento diabolico e ben riuscito per i nostri lettori.

Il Giovedì

L’estate del Nord in bottiglia

Timo artico e rosmarino inglese per il ventesimo anniversario del gin Martin Miller

Martin Fone

Tra i primi pionieri del Ginaissance, il Gin Martin Miller a suo tempo ha diviso le opinioni tra gli appassionati: nei suoi primi giorni il distillato veniva portato fino in Islanda (e riportato indietro) per essere miscelato con l’acqua fresca e pura di quel paese. L’acqua ora arriva a Martin, per così dire, e quindi la sua impronta di carbonio piuttosto pesante è stata alquanto ridotta.

Il Giovedì

Un gin multicolore

Perfetto per cocktail divertenti

Martin Fone

«Perché non produciamo un bel gin dalla vivida tonalità indaco e che cambi anche colore? Questo ci farà sicuramente notare sul mercato del Ginaissance»: più o meno questo (suppongo) deve essere stato il ragionamento alla base della decisione dei distillatori della Victoria Distillers (Victoria, British Columbia, nel sud del Canada) quando hanno iniziato a progettare il loro Empress 1908 Gin.