Il Giovedì

Il Giovedì

Le tre categorie del Ginascimento

 Haysmith’s Spiced Apple and Ginger Flavor Gin

Martin Fone

Il Gin Act del 1751 fu una risposta piuttosto draconiana ed efficace ai mali sociali di cui era responsabile il consumo eccessivo di alcolici contrabbandati. È stato così efficace che ha messo fuori legge le distillerie di gin su piccola scala per oltre duecentocinquanta anni. Poi le cose sono cambiate…

Il Giovedì

Il gin lunare di Hendrick

Peccato non sapere cosa c’è dentro

Martin Fone

Ah, febbraio 2020! In retrospettiva, sembra un periodo così innocente, appena toccato dalle devastazioni della pandemia. La vita andava avanti come sempre e distillatori inventivi, alimentati dalla domanda creata dal Ginascimento e cercando di ritagliarsi uno spazio vitale, continuavano a esercitare il loro mestiere per inventare nuovi intrugli seducenti per un pubblico smanioso. Non sapevamo cosa ci aspettava.

Il Giovedì

Dalle scogliere oceaniche

St. Ives Gin, composto «a freddo»

Martin Fone

La Cornovaglia sta rapidamente diventando l’epicentro del Ginascimento britannico ed è difficile tenere il passo con tutti i piccoli distillatori che stanno utilizzando la bellezza della zona, e le sue prolifiche specie botaniche locali, per trarne ispirazione.

Il Giovedì

Il basilico verde

Ondina il gin della Riviera

Martin Fone

Che si possa veramente rievocare lo spirito di un luogo attraverso una bottiglia di gin? Il Ginascimento ha generato così tanti gin che i geni dei reparti marketing fare le ore piccole ad inventarsi per il loro prodotto un vantaggio distintivo, sufficiente a farlo risaltare tra la folla. Gin O’ndina è un altro impressionante small batch (premium ovverossia costoso), gin artigianale dall’Italia. Distillato dalla società milanese Davide Campari-Milano SpA, si dice che evochi lo «spirito glamour e spensierato» della Riviera (ligure) degli anni ‘60.

Il Giovedì

Il timido Lupo Cattivo

Un gin dall’accurata preparazione

Martin Fone

L’ironia è una fonte generosa e non smette mai di elargire. Il metodismo, soprattutto nel XIX secolo e fino a tempi molto recenti, è stato associato allo strenuo impegno per l’astinenza totale dal consumo di alcolici. Forse è un segno dei tempi che la cappella metodista nel villaggio di Brendon, nel Devon settentrionale, sulle rive del fiume Lyn a Exmoor, caduta in disuso qualche tempo fa, è oggi il sito della distilleria che celebra un diverso tipo di spirito, con il gin Wicked Wolf Exmoor.

Il Giovedì

Cambiare per il meglio

L’elegante The Lakes Gin

Martin Fone

Il Lake District è una delle zone più belle e panoramiche dell’Inghilterra, situata nel nord dell’Inghilterra, appena sotto i confini scozzesi e famosa per i suoi laghi (è ovvio) e le sue dolci colline. Purtroppo, sono passati molti anni dall’ultima volta che l’ho visitata, ma ho colto al volo l’opportunità di farlo in spirito. Inaugurata nel dicembre 2014 in una fattoria a Bassenthwaite da Paul Currie (già Arran Distillers) la distilleria produce whisky e vodka oltre a gin, sfruttando le fresche acque naturali di Sprinkling Tarn.

Il Giovedì

Un viaggio in Europa

Il Grand Tour in salotto

Martin Fone

Carington Bowles, che operava a Londra, al numero 69 del Cimitero di Saint Paul, aveva una solida attività nella pubblicazione di mappe con il retro di stoffa, colorate a mano. Un giorno fu avvicinato da un insegnante di geografia e matematica di nome John Jeffreys, con una proposta.

Il Giovedì

Il Wessex di Alfredo il Grande

Un gin di grande effetto

Martin Fone

Alfredo, come suggerisce il suo soprannome, è una delle più grandi figure dell’antica storia inglese, che guidò la lotta contro le scorrerie dei predoni vichinghi in decisive battaglie. Primo re d’Inghilterra, diede anche inizio alla storiografia britannica, alle leggi patrie e alla marina da guerra, è santo cattolico e grande uomo di Dio per gli anglicani. Anche se poi quasi tutti qui lo ricordiamo per aver lasciato bruciare le pagnotte che una ignara paesana (ignara che egli fosse il re, e che fosse così distratto) gli aveva affidato, venendone poi asprissimamente redarguito (il re).

Il Giovedì

Il vecchio dolce Tom

Un ottimo gin dal passato

Martin Fone

Old Tom è una forma distintiva di gin, generalmente più dolce del London Dry. Trae la sua origine dalla pratica, iniziata nel XVIII secolo, di aggraziare i gin grezzi addolcendoli con liquirizia o zucchero.

Il Giovedì

Il Bacio della Vita

Da Londra a Venezia: come rianimare un annegato

Martin Fone

Penso di essere, almeno finora, abbastanza fortunato da non essere mai stato il destinatario del bacio della vita; o di non esser mai stato costretto a eseguirlo. Conosciuto comunemente come rianimazione bocca a bocca, prevede che la persona che la esegue prema molto bene la bocca contro quella della persona assistita, e soffi aria nei polmoni. Se sei stato pescato fuor d’acqua, mezzo annegato, potresti essere grato che ci sia qualcuno a portata di mano che può eseguirlo a un livello tale da far funzionare nuovamente i tuoi polmoni.