COVID-19

Spilli

La Variante Spritz

Trovato il nome per la Covid alla veneta

Luca Colferai

Il professor Crisanti, la Cassandra italica che ha trovato in Sardegna almeno qualcuno che lo ascolta, è tanto preoccupato per un venti per cento di colpiti da una nuova variante, solo veneta.

Fogli Parlanti

Cineserie

Prodigi della scienza

Roberto Bianchin

Le voci, per lo più incontrollate, si rincorrevano da tempo in varie parti del globo. Nessuno ci credeva. Anzi tutti pensavano che si trattasse dell’ennesima bufala giornalistica o di una nuova presa in giro da parte dei soliti burloni. Invece è tutto vero. Sono finalmente arrivate le conferme ufficiali. Dopo il tampone molecolare,  quello sierologico e quello antigenico, i cinesi hanno inventato un nuovo tipo di tampone. Più potente e preciso, dicono. Quasi infallibile. Fioccano già le prenotazioni da ogni parte del mondo.

Il Venerdì

Il contagio del più mona

L’ultima volta, giuro!

Andrea Silvestri

Il Direttore di questa pregevole rivista di cui ci scriviamo sopra (io: Andrea Silvestri, per nome e conto mio, ma anche per conto del Mauri che è qua che guarda quello che scrivo, e vuole anche correggermi: Tasi! Sta bon Mauri!) mi ha telefonato per dirmi che la direttiva della direzione è di non pubblicare più niente sul Covid ammenoché non sia una notizia mostruosa. Peccato! Perché: ho già scritto. Ecco qua.

Racconti

Il mondo nel cellulare

Racconto di solitudine

Marino Sartori
Attualità

Sei modi sperimentati

Per aver cura della propria salute mentale in caso di un secondo blocco

Christian van Nieuwerburgh

Molti di noi soffrono già di stanchezza da pandemia e si sentono impreparati ad affrontare un altro blocco e anche le restrizioni sempre più stringenti. Eppure questo è quello che dobbiamo aspettarci, e forse non per l’ultima volta. Questo articolo di semplici ma utili indirizzi psicologici è stato tradotto dalla rivista in rete The Conversation (qui l’originale).

immaginari

Buongiorno sono il Covid

Incontri ravvicinati

Gabriel R. Marie

Dialogo immaginario (ma mica poi tanto) tra uno scettico e un virus. Dalla vendetta cinese al complotto internazionale alla punizione inflitta da un qualche dio minore. E fino al fanatismo islamico, passando attraverso l’estate che non lo ha ucciso, l’influenza che è sorella del Covid, e l’essere miracolosamente resuscitato dopo essere stato dichiarato clinicamente morto. Il disprezzo (presunto) per gli anziani, e l’occhio di riguardo (anch’esso presunto) verso le popolazioni africane. Décryptage di un pensiero difficile.

Prima Pagina

Diamo i numeri

Le due sconfitte dell’informazione

Luca Colferai

Non vale la pena scegliere i responsabili della catastrofe imminente nella seconda ondata italiana della pandemia. Invece i responsabili dell’isteria ci sono, eccome. Tutti sapevano che in autunno sarebbe potuta ritornare l’epidemia. Nessuno ha fatto niente. Impreparazione, incapacità, stupidità. Unite a protervia, arroganza, brutalità. E così siamo arrivati all’unica soluzione possibile, il grado zero: chiusura totale. Di ciò parleremo brevemente. Poi il panico.

Il Lunedì

In principio fu il serpente

Virusdeliri

Roberto Bianchin

Non se ne può più di tutti quei cosiddetti virologi che concionano su tutti i giornali e su tutte le televisioni tutti i giorni e a tutte le ore. Anche perché non hanno ancora capito nulla del covid. Non sanno ancora che tipo di virus è, da dove è venuto e come si cura. Dicono solo banalità e idiozie. E non ne hanno mai indovinata una. Non se ne può più nemmeno di tutte queste parole straniere. D’ora in poi userò solo termini italiani. Per esempio non dirò più lockdown. E nemmeno smart working. Non parliamo di smart learning. Non sapete cos’è? Tenetevi forte.

Attualità

Non aspettiamoci miracoli

Dieci buone ragioni per essere realisti sul vaccino anti Covid-19

Jose M Jimenez Guardeño e Ana María Ortega-Prieto

Grandi speranze per un vaccino contro il Covid-19. Ma come spesso succede, le speranze si tramutano inspiegabilmente in certezze, alimentate dalla scarsa conoscenza dei fatti reali, spesso molto al di sotto delle aspettative. Ecco un ottimo articolo dalla versione spagnola della rivista online The Conversation per affrontare con cautela il prossimo futuro.

Fogli Parlanti

Quelli che il virus

Contagio selettivo

Roberto Bianchin

Quelli che il virus non fa niente e io la mascherina non la metto