Festival del Teatro Comico

Festival del Teatro Comico

Un’idea della Compagnia de Calza «I Antichi»

In occasione del milleseicentesimo fantasioso compleanno di Venezia, e in linea con la duplice proposta di abolizione del Carnevale ufficiale e la sua sostituzione con il Carnevale del Teatro, I Antichi indicono il Primo Festival del Teatro Comico, «in veneziano italiano e dialetti intermedi».

Il Bando del Primo Festival del Teatro Comico "Goldoni!" (fonte: iantichi.org).
Il Bando del Primo Festival del Teatro Comico "Goldoni!" (fonte: iantichi.org).

VENEZIA - Si terrà nel chiostro dell’ex convento dei santi Cosma e Damiano alla Giudecca, venerdì 1 e sabato 2 ottobre, pandemia permettendo. Due giornate di teatro comico senza freni, vietato ai minori ma con un unico limite: la brevità.

L’iniziativa è della Compagnia de Calza «I Antichi», gruppo storico del Carnevale di Venezia, che proprio nel 2021 compie i suoi primi quarant’anni di attività, iniziati il 28 febbraio 1981. Con la collaborazione di due altre indomite realtà veneziane: il Circolo Culturale Roberto Nardi della Giudecca, presieduto da Luigi Giordani e il Teatro a l’Avogaria, diretto da Stefano Poli. Sponsor ufficiale, come di tutte le altre avventure de I Antichi: i fratelli Bottega, vignaioli e distillatori dal 1635.

Il titolo del Festival è un grido programmatico di ilare e tradizionale trasgressione: «Goldoni!». La manifestazione è infatti dedicata al geniale e rivoluzionario innovatore del teatro comico veneziano e italiano (e anche francese, in verità).

Se, la pandemia non sarà stata ancora contenuta per l’inizio d’ottobre, come sembra purtroppo possibile data l’imbarazzante incapacità organizzativa, il festival sarà rinviato in data e luogo da destinarsi, ma I Antichi affermano: «comunque entro l’anno 2021».

Questo il bando di concorso.

Il Festival è riservato ad opere comiche edite ed inedite, rielaborate parodiate pasticciate inventate: esclusivamente atti unici, monologhi, dialoghi e soliloqui; con uno o più interpreti, da rappresentarsi di persona di fronte al pubblico e alla Giuria de I Antichi.

L’ordine di rappresentazione verrà deciso tramite sorteggio dei partecipanti. I premi sono gentilmente offerti da Bottega SPA.

Il Festival andrà in scena ideato e organizzato in piena e totale autonomia dalla Compagnia de Calza «I Antichi» per iniziativa del Prior Grando Luca Colo de Fero Colferai con la partecipazione straordinaria del Priore Onorario Roberto Bob R. White Bianchin.

Il Festival è irriverentemente intitolato alla memoria del sommo Carlo Goldoni, che portò il teatro veneziano al suo vertice.

Se possibile la prima edizione del Festival si terrà nel chiostro dell’ex convento di Cosma e Damiano alla Giudecca, a Venezia, venerdì 1 e sabato 2 ottobre 2021. O in altro luogo e data da destinarsi.

Per partecipare è obbligatorio inviare in anticipo i propri dati (nome cognome pseudonimo) la propria opera comica (solo testo) con scadenza inderogabile SABATO 15 SETTEMBRE 2021. Tutte le opere pervenute DOPO questa data potrebbero essere ignorate, e lo saranno.

Il Festival del Teatro Comico è aperto a tutti gli autori e gli interpreti, celebri e sconosciuti, senza distinzione di età, di sesso, di nazionalità e di religione.

Le iscrizioni al Festival, totalmente gratuite (la manifestazione non ha alcuno scopo di lucro), sono aperte: per partecipare è sufficiente inviare la propria opera (una sola!) di carattere comico, scritta in qualsiasi lingua o dialetto, recitata da uno o più interpreti, alla Compagnia de Calza «I Antichi» unicamente a questo indirizzo: info-CHIOCCIOLA-iantichi.org.

Si ordina ai partecipanti di apporre chiaramente i propri dati nel testo dell’opera inviate. Tutte le opere verranno in seguito gratuitamente pubblicate da I Antichi Editori in volume elettronico.

Non vi sarà alcuna selezione preventiva né alcuna censura. Chiunque può partecipare con qualsiasi messa in scena di qualsiasi tenore.

Al termine del Festival, realizzato in collaborazione con la storica Accademia degli Acquavitai e con la casa editrice «I Antichi Editori», e sponsorizzato da Bottega Maestri Vignaioli e Distillatori produttori della celebre grappa Alexander, la giuria della Compagnia de Calza decreterà, a proprio insindacabile giudizio, tre vincitori, ai quali verranno assegnati i premi messi a disposizione dalla Compagnia e dalla Bottega spa.

Introdurrà la serata lo spiritaccio redivivo di Zorzi Alvise Baffo, acerrimo critico di Carlo Goldoni; condurrà, come sempre, l’inarrivabile Prior Grando de «I Antichi» Luca Colo de Fero Colferai. La ravviveranno gli ormai celeberrimi spot della Grappa e del Prosecco Bottega. La Direzione Artistica del Festival è di Roberto Bianchin, la Regia di Luca Colferai.

Il Festival è vietato ai minori.

La Compagnia de Calza «I Antichi» è altresì orgogliosa di rendere noto che il Festival, al pari di tutte le altre iniziative consimili de I Antichi, non fruisce né fruirà di alcun contributo pubblico. Non tanto perché non sia stato concesso, quanto perché non è nemmeno stato richiesto. E in ogni caso non sarebbe stato accettato.